Social Media MarketingWeb Marketing

Instagram per il business: come usarlo e perchè

Intagram per il business

Instagram è il social network con il più alto tasso di crescita mai registrato. Cosa significa questo per un business? Instagram dà l’opportunità di far conoscere il proprio business a livello globale, se utilizzato nel modo corretto, tramite una strategia di marketing ben chiara e definita.

Scopriamo insieme come puoi utilizzare Instagram per il tuo business!

Cos'è Instagram

Nel 2010 nasce Instagram, da un’idea di Kevin Systrom e Mike Kriege, una app creata per scattare foto da modificare direttamente in-app tramite diversi filtri e condividere con tutti.

Inizialmente era disponibile solo per dispositivi iOS, ma nel 2012 nasce la versione per Android. A seguito di questa grande crescita, Zuckerberg ne comprende le potenzialità e decide di acquistarlo, trasformando Instagram in un social network potente quasi quanto Facebook, ma con peculiarità molto differenti.

Instagram è un social network con ancora molto da dare ai suoi utenti: è una piattaforma perfetta per lo sviluppo di strategie di social media marketing, grazie all’utilizzo del visual storytelling con l’ausilio delle numerose sempre nuove funzionalità create dagli sviluppatori.

Come avere successo su Instagram

Instagram è una piattaforma informale, improntata all’immediatezza e alla condivisione del momento. Instagram viene spesso utilizzato per mettere in luce una parte meno seria del brand, legata al racconto, alle persone, alla vita, al “dietro le quinte”; oppure per mostrare un lato più “creativo”, legato all’aspetto giocoso e artistico.

STEP 1: Creare un profilo Instagram Business

Se sei un freelance o un’azienda, dovresti subito effettuare subito lo switch da profilo personale a profilo business: ti basterà entrare nelle impostazioni e fare tap sulla voce “Passa a profilo Business”, associare la pagina Facebook collegata ed indicare le opzioni di contatto come email e numero di telefono.

Fornendo questi dati correttamente, quando gli utenti atterreranno sul vostro profilo Business, potranno contattarvi direttamente selezionando la voce “Chiama” o “Email”.

Per le aziende che hanno attivato la funzione “Instagram shopping” apparirà anche la voce Visualizza lo shop”, che aprirà direttamente in app tutto il catalogo prodotti dell’azienda (comodo no?).

Una volta effettuato lo switch a Business Profile, in alto a destra, apparirà un’icona a forma di grafico, ovvero gli Insights.

I dati mostrati sono così suddivisi:

  • Impression e reach dei vostri post;
  • Foto con maggiori interazioni;
  • Dati Insights sulle Instagram Stories;
  • Dati sui follower;
  • Insights relativi alle promozioni.

Questa sezione è molto interessante perché vi consente di verificare i dati socio-demografici dei vostri follower, in modo da studiare una strategia di Instagram Marketing perfettamente in target. 

STEP 2: Come scrivere la Instagram Bio

Per attuare una strategia di marketing su Instagram è necessario partire dai dettagli, ovvero dalla cura del campo bio.

In questa sezione è obbligatorio essere quanto più chiari possibile, utilizzando delle keyword che identifichino al meglio il settore di appartenenza dell’azienda. Di recente, la piattaforma ha introdotto la possibilità di inserire gli hashtag all’interno della bio, rendendo più facilmente rintracciabili i profili.

La biografia Instagram può contenere al massimo 150 caratteri e deve essere redatta con estrema attenzione in quanto, insieme all’immagine del profilo, è ciò che spingerà l’utente a cliccare sul tasto “Segui” e sulla Call to Action.

Tone of Voice

Devi definire un Tone of Voice coerente con i valori del brand e in linea con il tuo target di riferimento. Per la definizione del ToV è necessario costruire un’attività di social media monitoring, ovvero il monitoraggio delle conversazioni degli utenti.

L’ascolto delle conversazioni è di fondamentale importanza per capire come si esprimono gli utenti e quali problemi e necessità vorrebbero vedere risolte: fondamentale quando si studia una strategia di comunicazione digitale. 

Le emoji

L’utilizzo delle emoji non è una pratica da ragazzini, anzi! Il contenuto di tipo visuale attrae molto di più del testuale, di conseguenza mettere delle emoticons che aiutano a delineare la bio, è una modalità per ottenere l’attenzione dell’utente.

Altro trucco è quello di andare a capo tra una frase e l’altra, di modo da chiarire al meglio chi siete, cosa fate e la call to action all’utente. 

CTA – Call to Action

Nella tua strategia di Instagram Marketing devi assolutamente includere una call to action. Chiedi all’utente di fare un’azione ben precisa sul tuo profilo: “Visita il nostro sito web”, “Seguici su Facebook e Twitter” … sono delle CTA a tutti gli effetti.

Ricordati che il messaggio deve essere chiaro agli utenti e, soprattutto, tracciabile per te e la tua azienda, utilizzando un codice di tracciamento di Google Analytics.

Hashtag ufficiale

Creare un hashtag ufficiale da far utilizzare agli utenti che scattano foto ai tuoi prodotti è un’altra strategia di marketing importante: questo ti consente di tenere controllati tutti i contenuti che girano intorno al tuo brand, da utilizzare non solo per il monitoraggio del sentiment in rete, ma anche per inserire gli UGC (User Generated Content) all’interno della strategia.

Gli UGC sono molto utilizzati per due motivi principali:

  • Sono gli utenti a parlare di voi e ciò risulta molto più credibile agli occhi dei potenziali clienti;
  • Sono contenuti free e non richiedono alcuno sforzo da parte dell’azienda. 

L’importanza delle foto e del visual storytelling

Il visual storytelling è fondamentale in qualsiasi strategia digitale. Il motivo principale? Mediamente la soglia di attenzione degli utenti è pari a 8 secondi! Questo ti fa capire la necessità di riuscire a creare dei contenuti altamente attrattivi che facciano soffermare l’occhio dell’utente.

Fare storytelling vuol dire raccontare storie ai fini di comunicazione persuasiva, soprattutto in ambito politico, economico ed aziendale. Con l’avvento dei social network gli utenti hanno voglia di leggere e vedere storie originali, per questo alle aziende è richiesta una continua innovazione nell’arte del racconto e dell’emozione.

L’autoreferenzialità non paga più: è necessario utilizzare degli strumenti come Instagram per creare universi narrativi utili al coinvolgimento della community.

Per riuscire a creare una buona strategia di Instagram Marketing è di fondamentale importanza sperimentare per trovare la strada corretta e più apprezzata dagli utenti.

Il feed creato deve essere omogeneo per non confondere gli utenti: se vi occupate di ristorazione, non ha senso pubblicare contenuti relativi ai viaggi o altri argomenti non strettamente collegati!

Per avere seguito su Instagram è di fondamentale importanza partire da un buon contenuto visivo. Solo se la foto è interessante e coinvolgente, gli utenti si soffermeranno a leggere la caption, dove si possono raccontare delle storie coinvolgenti con la tecnica del microblogging.

Instagram offre costantemente delle novità, come le Instagram Stories, gli album di foto e la IGTV: per questo si presta alla sperimentazione di tecniche sempre nuove per la creazione di engagement all’interno della community.

Creare una strategia di Content Marketing su Instagram

La prima cosa da fare, una volta individuato il nostro target di riferimento, è strutturare la giusta strategia di content marketing.

Non basta certo “essere su Instagram” per poter dire di usare a dovere questo mezzo!

Si deve studiare un percorso, anche creativo, che permetta all’utente che segue il brand di ricevere contenuti interessanti, e che, attraverso questo percorso, si possa portare l’utente a diventare ambassador e cliente dell’azienda.

Creare un piano editoriale e un calendario editoriale

Una volta che è hai identificato la strategia chiara di content marketing più adatta al tuo business, puoi creare il piano editoriale, ossia un documento con obiettivitarget e modalità di creazione dei contenuti che diventa la guida per creare in modo coerente i contenuti futuri da postare su Instagram.

Tali contenuti andranno programmati e inseriti all’interno di un calendario editoriale. Avere un calendario editoriale è fondamentale, perché permette di non restare mai a corto di contenuti, in quanto questi vengono decisi per tempo e con scadenze certe.

L’ ideale sarebbe avere un calendario che presupponga di postare almen due o tre volte alla settimana.

A che ora postare?

Diverse ricerche hanno evidenziato che l’orario migliore per postare su Instagram, sia tra le 15:00 e le 16:00.

Secondo dati aggiornati di Coschedule, invece, ci sono stati degli aggiornamenti in merito agli orari migliori, che sono quindi le 02:00 del mattino, tra le 08:00 e le 09:00 e alle 17:00. Attenzione però: ogni target ha il suo orario di riferimento! Ti consigliamo quindi di sperimentare e analizzare gli orari ideali per mettere a punto una corretta strategia di Instagram Marketing.

Interagire con i follower e creare una community

Per la creazione di una community su Instagram è molto importante creare un’attività di Comment Marketing, ovvero una strategia basata sui commenti a foto simili a quelle pubblicate dalla vostra azienda. Purtroppo si è diffuso moltissimo l’utilizzo di Instagram Bot, ossia programmi di automazione che permettono di fare follow e commentare in base a chi utilizza hashtag specifici all’interno della caption.

La scorciatoia del Comment Marketing effettuato con i Bot non porta alla creazione di una reale community!!  La creazione di una community si basa sulla REALE interazione: è sempre meglio ricercare tramite hashtag foto in linea con il tuo brand e commentarle in maniera manuale e regolare, scrivendo qualcosa che porti anche ad una risposta ed incuriosisca l’utente tanto da spingerli a seguirti a loro volta. 

Creare contest

La creazione di contest su Instagram è una pratica molto diffusa per stimolare l’engagement nella community già formata, per il miglioramento della brand awareness e per la generazione di nuovi lead qualificati.

La normativa italiana

Per la creazione di un concorso a norma di legge, è necessario seguire i seguenti passaggi:

  • Redazione del Regolamento del vostro concorso a premi;
  • Comunicazione al Ministero dello Sviluppo Economico;
  • Versamento della cauzione a garanzia che verrà restituita entro 180 giorni dal termine del concorso;
  • Redazione del Verbale di chiusura ed assegnazione premi.

Creare un funnel di conversione

Quando si approccia Instagram come mezzo per il digital marketing è importante avere una strategia a monte del mezzo, per convertire i follower in lead e quindi in clienti. Questo può essere fatto solo tramite un apposito funnel di conversione.

A meno che tu non stia promuovendo un e-commerce e quindi l’obiettivo sia la vendita diretta, devi prevedere una landing page e una CTA che inviti gli utenti a lasciarti i loro dati.

Le strategie applicabili sono diverse e variano naturalmente a seconda del tipo di business. Ma tenete conto che:

  • Avete a disposizione un solo link, quello della biografia;
  • Dovete essere persuasivi;
  • Dovete prevedere un funnel per convertire i contatti ricevuti in lead e clienti.

Instagram Stories: come sfruttarle

Le Stories sono mini video di 60 secondi che spariscono dopo 24 ore. Applicate all’Instagram Marketing possono essere molto utili, in quanto si possono creare dei contenuti esclusivi per la creazione di engagement all’interno di particolari community.

Si possono utilizzare per mostrare momenti di eventi esclusivi per coinvolgere la fanbase, oppure per proporre particolari sconti e promozioni della durata di sole 24 ore.

Oppure, se hai un profilo Instagram verificato o con più di 10.000 followers, hai la possibilità di mostrare i prodotti offerti dallo shop online inserendo il link diretto, con uno swipe up direttamente nelle Stories.

Funzionalità come le domande, i sondaggi e il gradimento tramite emoji le hanno rese ancor più interattive, contribuendo all’enorme successo che le Instagram Stories stanno avendo tra utenti ed aziende.

Tracciare i risultati

Creata la strategia per il profilo Instagram è utile, posti degli obiettivi, andare periodicamente a verificare se quegli obiettivi, di medio e lungo termine, siano stati rispettati. Si andrà quindi a verificare, oltre al mero e semplice “engagement” sulla piattaforma, se quei follower sono anche diventati clienti od utenti del nostro prodotto.

Per poter misurare i risultati è importante avere impostato correttamente il funnel di conversione e poter ricavare dei dati quantificabili dalle piattaforme di analytics impostate. Se l’obiettivo quindi è fare in modo che gli utenti si registrino ad un servizio sul nostro sito sarà importante identificare quanti utenti sono giunti attraverso il nostro canale Instagram.

Rapportare così sforzi e risultati è importante innanzitutto per verificare se la strategia che abbiamo adottato porti risultati e nel caso negativo poterla correggere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *