SEO

Le 7 regole SEO che il tuo sito dovrebbe sempre rispettare

Le 7 regole SEO che il tuo sito dovrebbe sempre rispettare

Prima di tutto voglio avvisarti, la SEO, Search Engine Optimization, è composta di moltissime regole che il tuo sito web dovrebbe rispettare, le 7 regole SEO che il tuo sito dovrebbe sempre rispettare, che ti illustrerò sono in breve l’ABC, ovvero la base che il tuo sito web dovrebbe avere per essere posizionato. Ovviamente se vuoi risultati che ti facciano superare tutti i tuoi concorrenti, ti consiglio di appoggiarti ad un professionista.

Come sono suddivise le regole SEO

La SEO è suddivisa in più aree, le due principali sono:

  • SEO insite, le regole da rispettare all’interno del tuo sito web.
  • SEO offsite, le regole da rispettare all’esterno del tuo sito web.

Mentre le regole SEO offsite riguardano principalmente link e altri fattori provenienti da altri siti web, la SEO insite va a concentrarsi su tutto il tuo sito web e può essere suddivisa in:

  • SEO insite, le regole da rispettare sul tuo sito web.
  • SEO inpage, le regole da rispettare sulle pagine del tuo sito web.
  • SEO Copyrighting, le regole da rispettare sui testi del tuo sito web.

Volendo la si potrebbe suddividere ulteriormente ma andremmo fuori tema dallo scopo di questo articolo, il suggerirti le 7 regole SEO che il tuo sito web dovrebbe sempre rispettare.

Le 7 regole SEO

Finalmente ci siamo, sto per svelarti le 7 regole SEO che il tuo sito web dovrebbe sempre rispettare ma attento, ti consiglio di leggere anche i paragrafi successivi perchè contengono informazioni molto importanti.

Le 7 regole SEO:

  1. Sii naturale nell’esposizione dei tuoi contenuti:
    Google da sempre maggiore importanza alla User Experience, per questo devi pensare che i tuoi contenuti devono essere in primis per l’utente finale, non per essere primo.
  2. Usa immagini:
    Ovviamente senza esagerare, ma qualche immagine che faccia comprendere meglio di cosa tu stia parlando è sempre ben accetta dall’utente finale, quindi anche da Google.
  3. Sii descrittivo:
    Contenuti scritti bene e sostanziosi prendono punti in più rispetto ad altri più sbrigativi.
  4. Titolo:
    Un titolo non troppo lungo ma che sia chiaro in merito a cosa parla l’articolo, da usare anche come Tag Title.
  5. Descrizione:
    Assieme al Tag title nella ricerca di Google c’è anche il Tag Description, spesso frainteso e abusato, il modo migliore di usarlo è che descriva in pochi caratteri, mantieniti al massimo sui 160 e che invogli le persone ad entrare nel tuo sito web.
  6. Non usare trucchi:
    Online ci sono moltissimi siti o annunci che ti diranno “compra 10.000 link per il tuo sito” o cose simili, guardati bene da questi “servizi”, anche se gratuiti porteranno solo danno al tuo sito web.
  7. Crea un calendario di pubblicazione:
    Se hai un blog interno al tuo sito web, dovresti assolutamente avere un calendario di pubblicazione costante, in questo modo i tuoi seguaci potranno seguirti con maggiore semplicità, questo dettaglio è molto apprezzato anche da Google.

Mi serve per forza un professionista?

Il professionista ti serve qualora tu voglia risultati certi o abbia una forte concorrenza, dipende tutto da che risultati vuoi ottenere. Con i consigli che ti ho dato avrai sicuramente  vantaggi in quanto comprendono più regole e sono tra le più importanti, tuttavia come te, anche i tuoi concorrenti possono aver trovato questo o altri articoli simili, senza dire che le regole SEO sono centinaia e sempre mutevoli, di conseguenza rispettandole per la maggior parte e mantenendo il sito web curato e seguito si hanno MOLTE più possibilità di raggiungere la vetta delle ricerche Google!

Assolutamente non con l’intenzione di vendere il mio servizio, tuttavia t’invito a visitare la pagina Posizionamento SEO cliccando qui, qualora necessiti di un professionista, noi siamo a disposizione.

Perché è importante rispettare le regole SEO?

Rispettare le Regole SEO è una delle cose più importanti che il tuo sito web dovrebbe fare, un sito web che non rispetti le regole SEO non viene posizionato, di conseguenza le possibilità di essere trovato tramite ricerca su Google o altro motore di ricerca è limitrofa allo zero. Anche avendo un sito web d’oro, dove ci hai speso moltissimi soldi, se non segue le regole SEO sarebbe ben lungi dal trovarsi nelle prime posizioni o in prima pagina di Google, ne consegue che non porterebbe nuovi clienti o vantaggi al tuo business. A meno che il tuo scopo sia un altro…

Posso usare un trucco al posto delle regole SEO?

Assolutamente No, evita come la peste i trucchi SEO, soprattutto quelli di una volta che ormai Google conosce molto bene, rischi la penalizzazione, quindi l’esclusione dalle SERP di Google. Capirai da te che il gioco non vale la candela!

Alcuni Trucchi  Black Hat SEO da evitare sono:

  • ripetere in lista la o le parole chiave in modo innaturale;
  • fare Click Baiting, quindi dare un titolo che non c’entra niente col contenuto;
  • cercare migliaia di link da siti di dubbia provenienza o comprando pacchetti di link;

Questi sono solo tre esempi di tecniche Black Hat SEO ma penso ti siano sufficienti per capire la logica di cosa non devi fare.

Ora che hai in mano queste pillole della mia conoscenza, fanne buon uso, mi raccomando!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *